La Spina Ungherese: 10 Motivi Per Cui La Vorrai Assolutamente Avere

Spina Ungherese

La spina ungherese è una particolare tipologia di posa del parquet. In questo tipo di posa, i listelli non vengono disposti, in maniera classica, cioè lineare, ma con diversi gradi di inclinazione.

In genere, si parla di posa a spina di pesce perché i listelli assumono proprio la forma di una lisca di pesce. In base al grado di inclinazione dei listelli avremo la spina italiana, la spina ungherese e quella francese. La spina italiana prevede l’accostamento dei listelli con un’angolazione di 90 gradi, la spina ungherese, invece, prevede un’angolazione di  45 gradi, mentre quella francese, di 60.

Ci sono tanti motivi per avere la spina ungherese, il più importante è la sua eleganza.  Ma ne esistono anche molti altri. Noi ne abbiamo trovati dieci. Sì, proprio dieci, tutti  interessanti.  Leggili attentamente e dopo avrai  tanti motivi per scegliere questo particolare stile di posa.

1 Eleganza

Come già detto al paragrafo precedente, la spina ungherese è una delle pose più eleganti che esistano.

E’ adatta per qualsiasi tipo di ambiente e consente di scegliere varie essenze e colorazioni, alternando tra loro tonalità chiaro scure di forte impatto estetico.

La spina ungherese si può usare infatti in abitazioni commerciali e residenziali, ma anche in case rustiche, alberghi e ristoranti.

2 Ampia scelta

Il secondo motivo per cui vorrai, assolutamente,  avere la spina ungherese, si collega direttamente al primo.

Questa posa, infatti, consente di abbinare tra loro diversi tipi di essenze, come il rovere, l’acacia, il noce e il pero.

Tutti i parquet ideali per la spina ungherese, sono in genere prefiniti, cioè trattati prima della posa.

Nel parquet in noce a spina ungherese, le tavole possono essere anche in noce americano.

3 Raffinatezza  

La spina ungherese è una delle pose più raffinate che si possano scegliere per il proprio parquet.

Adatta a qualsiasi tipo di essenza e colore, permette di scoprire infinite soluzioni di design su qualsiasi tipologia di progetto edilizio, sia privato che pubblico.

La spina ungherese in rovere spazzolato e verniciato effetto cera, ad esempio, è una delle soluzioni di design più raffinate del momento.

La posa a spina è anche usata per alberghi e strutture ricettive, allo scopo di dare agli ambienti un tocco di raffinatezza un po’ retrò.

4 Aumento del valore dell’immobile

Siamo certi che non hai assolutamente pensato a questa motivazione. La scelta della spina ungherese può infatti far salire di parecchio il valore di un immobile.

Non stiamo parlando di una comune e normale posa fatta del semplice accostamento lineare dei listelli, ma di una posa artistica e di elevato pregio architettonico.

I listelli vanno accostati in modo che un lato combaci con  quello dell’altro listello e con  il grado di inclinazione scelto.

Si tratta, pertanto, di una posa impossibile da effettuare con il fai da te e che comporta una certa spesa.  Tutto questo, in aggiunta all’eleganza della spina ungherese, farà notevolmente aumentare il valore dell’immobile.

5 Originalità

Scegliere la posa a spina ungherese significa dare un tocco di originalità alla propria casa, ma anche al proprio ufficio o studio professionale.

Accogliere gli ospiti in un ambiente arredato con un parquet a spina  ungherese significa accoglierli in un luogo dallo stile unico e inimitabile.  Ne resteranno completamente affascinati.

6 Ideale anche per il legno antico

La posa a spina ungherese, ma anche a spina di pesce,  italiana o francese, è ideale anche per il legno antico.  In questo caso, listelli e listoni non vengono ricavati dal tronco dell’albero, ma dalla demolizione di edifici e vecchie cascine.

Noi siamo esperti anche nel recupero e nella lavorazione del legno antico.

La scelta del parquet con legno recuperato è anche ecologica perché evita la deforestazione delle foreste. La scelta della posa a spina di pesce, invece, è una scelta di qualità e raffinatezza.

7 Ideale per ambienti contemporanei

Contrariamente a quanto si pensa, la posa a spina ungherese si può usare anche in ambienti contemporanei . Per dare al parquet uno stile moderno, si possono usare i listoni, ovvero doghe più larghe e più lunghe dei tradizionali listelli.

Sconsigliati, invece, i quadrotti di uguali dimensioni ai lati, perché impossibili da inclinare. La posa a spina di pesce o ungherese, con listoni, dona alle abitazioni uno stile decisamente più moderno e contemporaneo.

8 Ideale per ambienti rustici

Il parquet è, per sua natura, un complemento d’arredo ideale negli ambienti rustici e retrò.

La posa a spina di pesce lo è altrettanto. Per dare un tocco di rusticità a un casale in campagna, ad esempio, la posa a spina ungherese va effettuata con i classici listelli stretti e lunghi.

9 Versatilità

La posa a spina di pesce è una soluzione versatile e capace di soddisfare qualsiasi esigenza.  Vale la pena rimarcare questo aspetto, anche se è facilmente desumibile dalle motivazioni precedentemente elencate.

La spina di pesce ungherese, ma anche italiana o francese, permette di accostare tra loro diverse tinte e lavorazioni, come listelli chiari e scuri, spazzolati e oliati.

L’effetto sarà sempre raffinato e piacevole da vivere. La versatilità della spina ungherese è anche nelle tecniche di posa, oggi favorite da moduli bisellati (arrotondati) ai lati e a incastro autobloccante  maschio e femmina. Moduli in legno, versatili e prefiniti, consentono anche di abbattere i costi della posa.

10 Ideale per immobili di pregio

L’elevata raffinatezza e pregio della posa a spina ungherese, la rendono adatta anche a edifici di elevato valore storico e architettonico. A differenza della spina italiana, infatti, la posa a spina ungherese prevede il taglio della testa del listello per portarlo a un’inclinazione di 45 gradi.

Questa posa nasce nel periodo dell’impero austro ungarico. Venne, infatti , chiamata “posa a punto d’Ungheria”. In precedenza, una posa simile, detta “spina francese”  era stata usata per arredare i palazzi dei re di Francia.

Questo stile  prevedeva un’inclinazione di 60 gradi rispetto a quella ungherese, più difficile da realizzare a causa della sua strettissima inclinazione.

All’epoca, la spina ungherese e francese vennero usate per arredare dimore nobiliari e immobili di pregio. La  spina francese, ad esempio,  si trova  anche nella reggia di Versailles.

Condividi:

Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.

Informativa sulla Privacy:
ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. 196/2003 ed alla Privacy Policy di Almafloor.it si informa che con l’invio del presente modulo si autorizza Giorio srl al trattamento dei dati personali riportati nel modulo stesso con le modalità e nei termini dell’informativa resa.

Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.

Informativa sulla Privacy:
ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. 196/2003 ed alla Privacy Policy di Almafloor.it si informa che con l’invio del presente modulo si autorizza Giorio srl al trattamento dei dati personali riportati nel modulo stesso con le modalità e nei termini dell’informativa resa.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato su tutte le nostre novità!