Parquet in cucina

Parquet in cucina per una casa raffinata e funzionale.

 

Parquet in cucina

 

Il Parquet in cucina non è più un tabù. Se, infatti, in passato era sconsigliato posare un pavimento in legno nella stanza più importante della casa, oggi è ormai un’abitudine consolidata, grazie all’impiego di essenze legnose corrette e di piccoli accorgimenti quotidiani.

La scelta di un Parquet in cucina è una decisione quasi obbligata quando siamo in presenza di ambienti open space con angolo cottura a vista per uniformare gli spazi con la stessa pavimentazione. Può essere, invece, un sogno ad occhi aperti per chi desidera un ambiente caldo e accogliente per il proprio focolare o per chi ancora ama lo stile rustico, shabby o country per la propria casa.

Pavimento in legno cucinaL’umidità e la variazione di temperatura sono sicuramente i timori di ogni proprietario di casa. In cucina, come in bagno, sono frequenti gli sbalzi del microclima e gli aumenti improvvisi del tasso di umidità dovuti, per esempio, a cotture con grandi quantità di vapore.

Per ovviare a questo problema, sarà fondamentale scegliere un legno duro, stabile e resistente come il Rovere, il Teak o l’Iroko. Queste essenze, soprattutto in un parquet prefinito, resistono all’umidità, all’acqua, ai cambiamenti di temperatura e al calpestio. Quest’ultimo fattore non è da sottovalutare in uno degli spazi più utilizzati della casa, soprattutto nelle zone dei fornelli e del lavello più soggette ad abrasione.

La finitura verniciata è quella più utilizzata: protegge il legno, evitando l’assorbimento dei liquidi (schizzi d’olio, bevande acidule etc.), se prontamente rimossi. Tuttavia, anche il parquet oliato può essere consigliato, perchè permette di smacchiare l’area interessata, oliando nuovamente la superficie.

Un parquet in cucina necessita ogni giorno di piccole attenzioni per durare nel tempo: è buona norma aerare sempre gli ambienti per mantenere un tasso di umidità tra il 50% e il 60% e una temperatura tra i 18° e il 21°C, nonché asciugare rapidamente l’acqua stagnante.

Per quanto riguarda il tipo di posa è preferibile quella incollata, per proteggere il massetto da eventuali infiltrazioni e ristagni d’acqua che potrebbero danneggiare il nostro parquet in cucina.

Che il legno in cucina stia diventando un must have di ogni nuova casa, lo dimostra anche la tendenza ad utilizzarlo non solo per la pavimentazione, ma anche per le pareti e per il top. La boiserie dietro al lavello o ai fornelli è un elemento chic sempre più scelto dagli amanti del design.

Parquet per cucinaÈ importante ricordare, poi, che il parquet vissuto fa parte della storia di una casa: graffi, segni, usura sono elementi che rendono il parquet in cucina ancora più naturale e materico e possono essere addirittura scelti in partenza optando per un legno antico.

Alma by Giorio propone diverse soluzioni per il vostro parquet in cucina. Scoprite le Collezioni e scegliete tra Doghe, Disegni, Intarsi, Spine o il Legno Antico per dare carattere e personalità al vostro pavimento in legno.
Garanzia di alta qualità, i parquet firmati Alma sono disponibili in diversi formati, colori con abbinamenti inusuali, pose innovative e pezzi unici creati ad arte dalla maestria artigiana del territorio.

Scegliere un nostro Parquet in cucina significa calpestare ogni giorno una piccola opera d’arte che accompagnerà le vostre giornate con tutto il calore che contraddistingue questo inimitabile materiale vivo.

Contattaci per avere più informazioni sulle nostre proposte: insieme troveremo il modello perfetto per il tuo Parquet in cucina