Come scegliere un parquet nel 2021: la guida completa

come scegliere un parquet nel 2020

Il parquet è la tipologia di pavimento più apprezzata e più acquistata nel 2021. È sinonimo di modernità ed è in grado di fornire un tocco di eleganza in più nell’ambiente in cui viene posato.

Se anche tu stai cercando dei consigli per il pavimento in legno ideale per la tua casa, segui la nostra guida completa e scopri come scegliere un parquet nel 2021. 

Cos’è il parquet

cos'è il parquetIl parquet è una tipologia di pavimento in legno composto da solo materiale naturale. Il pavimento in legno è da sempre molto apprezzato e scelto per l’arredamento delle case, poiché in grado di donare calore e prestigio ad ogni ambiente. Sapevi, ad esempio, che questo pavimento è adatto anche per essere posato nel bagno o nella cucina?

È inoltre molto robusto, di lusso; le proprietà termiche e isolanti intrinseche del legno gli conferiscono una comodità inimitabile al calpestio, attenuando i rumori e anche gli urti, aspetto particolarmente importante soprattutto in presenza di bambini. Contrariamente da quel che si pensa, risulta essere perfettamente compatibile con il riscaldamento a pavimento.

Il parquet in legno è un rivestimento unico nel suo genere, poiché le venature, i nodi e i colori che sfumano sulle doghe sono gli uni diversi dagli altri, creando un risultato incomparabile.

La naturalezza, la gentilezza e la capacità di trasformarsi del legno aggiungono valore alla nostra casa. Un parquet non passerà mai di moda, anzi: i piccoli difetti e le crepe lo renderanno ancora più bello nel tempo, se trattati con alcune manutenzioni e piccoli accorgimenti. Scopri come pulire il parquet nel modo corretto.

Tra tutti quelli esistenti in natura, non tutti i legni sono adatti ad essere trasformati in pavimenti in legno. Alcune essenze non sono infatti sufficientemente resistenti al calpestio e al calore. I legni più adatti ad essere trasformati in parquet sono il rovere, il noce e il teak. Scopri tutti i segreti del legno e le essenze.

Ora che hai scoperto che cos’è il parquet, scopri perché scegliere il legno per costruire il tuo pavimento ideale.

Perché scegliere il legno?

perchè scegliere il legno

Vi sono almeno tre motivi per scegliere il legno come materiale ideale per la costruzione di un pavimento. Prima di tutto è una scelta ecologica: a differenza di altri materiali, il legno è completamente naturale; inoltre ha un ciclo di crescita lento, ma rinnovabile, ed oggi fortemente difeso dalla legge (il legno utilizzato dai nostri parquet proviene da foreste e boschi ad origine controllata: questo significa anche salvaguardia dell’ambiente). Scopri come nascono i nostri parquet.

Secondo vantaggio: il legno è un materiale di assoluta resistenza e robustezza, per questo ampiamente utilizzato già nell’antichità. La sua durata è praticamente infinita: con una semplice manutenzione, è possibile riportare in vita parquet millenari, restituendo loro la bellezza originaria. Inoltre il legno è un buon isolante termico, in grado di contenere le dispersioni di calore durante l’inverno, mantenendo invece fresco l’ambiente d’estate. Il legno trattiene l’umidità ed è per questi motivi che riesce a garantire un gran risparmio energetico.

Un altro vantaggio del legno è la sua capacità di donare agli ambienti un’atmosfera calda, accogliente. Al giorno d’oggi, inoltre, grazie alla continua innovazione tecnologica, è possibile scegliere tra infinite sfumature, perfette per ogni stile d’arredo. C’è un parquet in legno ideale per chi ama lo stile classico e uno per chi ama il design più rivoluzionario, dal sapore contemporaneo o addirittura futuristico. E’ possibile giocare sulle colorazioni (dal bianco al nero, attraversando tutte le nuance di colore), sulle finiture e sui trattamenti (es. oliato, spazzolato, naturale, affumicato e decapato), sulle geometrie. Un parquet in legno si abbina a qualsiasi stile e non passa mai di moda.

Approfondimenti: Parquet in Rovere

 

Quale parquet scegliere?

Il parquet è diventato, negli ultimi anni, il protagonista indiscusso delle nostre case. È infatti tra le pavimentazioni più amate da posare negli ambienti quotidiani. Accogliente, caldo e dall’aspetto ricercato: ma quale parquet è il migliore per la tua casa? È una scelta sicuramente non semplice da fare, soprattutto se non si conoscono le caratteristiche dei vari prodotti in commercio. Esistono molte tipologie di parquet, che si differenziano l’una dall’altra, a seconda della loro composizione, posa, finitura, trattamento e resa finale. Con questi consigli vogliamo guidarti alla corretta scelta del pavimento ideale. Scopri le nostre Collezioni: infinite soluzioni che si differenziano per tipologia di legno e di posa, dimensioni e finiture.

Parquet Massello

parquet massello

Il Parquet Massello è un pavimento pregiato realizzato interamente in legno massiccio, senza alcun tipo di stratificazione.

Questo parquet tradizionale è costituito al 99% da legno grezzo, poi levigato e lucidato. Per questo, viene di solito scelta un’essenza molto robusta, stabile e resistente. A seconda dell’essenza scelta cambiano anche l’aspetto e il colore: chiaro per il rovere, il faggio, l’abete; rosso nel caso del ciliegio; bruno per il teak e il noce; scuro per il wengé.

Tra tutte le essenze possibili, il Rovere risulta essere il migliore, in termini di modernità ed eleganza, robustezza e di durata nel tempo.

La posa sarà fondamentale e dovrà essere eseguita da artigiani, specialisti del mestiere

Le fibre legnose resistenti del legno di Rovere garantiscono anche una buona capacità di isolamento termico e acustico. Grazie al suo spessore, un pavimento in legno Massello realizzato con questo legno può anche essere levigato più volte, per rimediare a graffi, usura, macchie ed ammaccature, rimettendolo così a nuovo. Scopri tutte le nostre Collezioni, nelle varianti Massello o Multistrato.

Parquet Multistrato

parquet multistrato

Il Parquet Multistrato è una tipologia di pavimento realizzato con più strati di legno incollati insieme. Solitamente, la parte a vista, superiore, è costituita da legno pregiato e viene detta infatti parte nobile. Gli strati sottostanti, invece, sono costituiti da legni a rapida crescita, come betulla, pioppo o abete, incollati poi fra loro.

I legni che costituiscono le strato sottostante, detto anche strato di supporto, hanno il compito di assicurare stabilità ed equilibrio alla lista. Lo strato superficiale, di calpestio, deve avere uno spessore minimo di 2,5 mm e non può superare il 33% del totale.

Questa è la soluzione maggiormente adottata nelle case dei nostri clienti. I vantaggi sono primariamente la facilità e la rapidità della messa in posa, oltre ad una resistenza e robustezza molto elevata.

Il pavimento in legno Multistrato è formato da tavole già rifinite sulla superficie in fase produttiva e, quindi, immediatamente pronte da posare e calpestabili.

Il multistrato risulta essere più stabile e versatile, rispetto al Massello, anche in caso di riscaldamento a pavimento. Scopri tutte le nostre Collezioni, nelle varianti Massello o Multistrato.

Posa del parquet

posa-del-parquet

In tema di distinzioni nel mondo del parquet, non si può di certo non parlare del tipo di posa. Ma quali sono le tipologie di posa esistenti sul mercato? Quali sono le più apprezzate? Le due tecniche maggiormente utilizzate nel 2021 sono la posa flottante e la posa incollata,  completamente diverse tra di loro, in termini di resa finale, di estetica e per la tipologia di prodotto utilizzato. Vediamo tutte le principali differenze. 

Posa Flottante 

posa-flottanteSe stai cercando una soluzione agile e removibile senza troppi sforzi, per il tuo parquet, allora la posa flottante è la scelta giusta. 

Le doghe del parquet flottante vengono semplicemente appoggiate su un piano di posa, generalmente un materassino fonoassorbente adagiato sopra un massetto o un pavimento già esistente. Le doghe vengono poi legate tra loro tramite incastro maschio-femmina e con colla vinilica. 

Se ti stai chiedendo quando è necessario scegliere la posa flottante, ecco la risposta. Questa soluzione risulta particolarmente favorevole in caso di riscaldamento a pavimento; è inoltre la scelta perfetta in caso di sottofondo sconnesso oppure nel caso in cui si voglia conservare un prezioso pavimento sottostante.  

Posa Incollata

posa-incollataSe stai cercando un parquet in legno con prestazioni superlative, allora la posa incollata è quel che fa per te. In questo caso, il parquet viene realizzato incollando le doghe direttamente su un massetto solido, asciutto, pulito e piano. È molto importante che il massetto abbia queste caratteristiche, per poter garantire un risultato perfetto in termini di resa estetica e aderenza.

In questo caso, il pavimento risulta essere praticamente indeformabile, oltre ad avere una maggiore robustezza al calpestio.

È anche un’ottima soluzione in caso di riscaldamento a pavimento, dove sarà però fondamentale l’utilizzo di colle eco-compatibili, per evitare l’emissione di sostanze tossiche. Scopri di più sulla posa e come si effettua nel modo corretto.

Finitura 

finiture-del-parquetLa Finitura è considerata ciò che maggiormente fa la differenza su un pavimento in legno, poiché può definitivamente modificarne il risultato estetico finale. Ma quali finiture esistono in commercio e quale, tra queste, è la migliore?

Va innanzitutto premesso che la funzione della finitura è quella di proteggere il pavimento in legno dall’usura del tempo, oppure per valorizzare ed esaltare l’aspetto del legno.

La differenza tra le varie finiture è varia, la scelta della stessa è totalmente oggettiva; ecco qualche suggerimento.

Finitura a Olio

finitura-oliataLe parole più giuste per definire un parquet con Finitura a Olio sono naturalezza e matericità. Queste sono infatti le caratteristiche che un pavimento in legno con questo trattamento può trasmettere al tatto. La peculiarità di questa finitura è che essa è in grado di esaltare le naturali caratteristiche del legno e di proteggere la superficie del pavimento. L’olio infatti penetra nei pori del legno, imbrunendo il parquet e rendendolo più luminoso. Se con il tempo, ti sembrerà meno brillante e vivido del solito, la causa potrebbe essere il completo assorbimento dell’olio. L’operazione di oliatura va ripetuta ogni 6-8 mesi. La finitura a olio è la risposta per chi è alla ricerca di un rapporto coinvolgente, diretto con il legno, per chi ama percepirne la vera natura, anche al tatto, con mani e piedi.

Finitura a Vernice 

finitura-a-verniceLa Finitura a Vernice viene effettuata con l’utilizzo di vernice UV, molto resistente alle abrasioni da graffio, al calpestio e alle macchie. Questa finitura è perfetta, per esempio, per pavimenti in legno da posare nel bagno, oppure nella cucina. La superficie risulta essere più durevole nel tempo rispetto a qualsiasi altra e di facile mantenimento. Lo scopo della vernice, infatti, è quello di creare uno scudo di protezione verso gli agenti che potrebbero colpire e rovinare il parquet. La pellicola protettiva creata dalla vernice perdura nel tempo. Questo pavimento risulta essere estremamente pratico e molto facile da vivere, al pari di un qualsiasi altro pavimento. Un parquet verniciato non richiede particolare manutenzione, se non di quella ordinaria. Alla vista, un parquet con finitura a vernice risulta essere satinato e luminoso.

Superficie

La lavorazione della superficie è un particolare processo che viene effettuato con strumenti e tecniche speciali, per trattare le tavole in legno e modificarne l’aspetto. Gli interventi sono spesso artigianali, fatti a mano o con l’uso di macchinari appositi: la lavorazione viene effettuata sulla parte nobile dell’asse di legno, per poter ottenere diverse tipologie di effetti.

Il risultato è sensazionale: si possono ottenere tantissimi risultati estetici. In questo modo il parquet potrà essere perfettamente adattato in un ambiente più rustico, oppure ad un contesto moderno, proprio a seconda della superficie scelta.

Quali sono le superfici più apprezzate? Vediamole insieme, con le loro caratteristiche.

Superfici su Essenza Rovere

Spazzolato

Parquet spazzolatoIn questo caso, la lavorazione viene effettuata sulla parte nobile del parquet: grazie all’azione di speciali spazzole rotanti si scava la parte più morbida del legno. La parte più tenera viene asportata e si ottiene una superficie ruvida, mettendo in risalto le naturali venature del legno. Se sei alla ricerca di un parquet dall’effetto naturale, materico, adatto sia agli ambienti rustici, sia a quelli più moderni, il parquet spazzolato è la scelta più adatta a te

 

Piallato

Parquet piallatoLa lavorazione viene effettuata sulla parte nobile del parquet. È perfetta sulla Collezione Doghe; ciò che si ottiene è un parquet rustico, elegante, vissuto. La superficie risulta scavata e irregolare. Si può abbinare a uno stile classico, ma anche a un design più moderno

 

 

 

Storia

Parquet superficie storiaSe stai cercando un parquet in cui vengano esaltati al massimo i nodi e le stuccature, questa superficie è quel che fa per te! La superficie viene calibrata manualmente, così come i nodi, riparati con stucco calante. Anche in questo caso, il legno del parquet risulta avere un effetto molto naturale, rustico.

 

Barrique

Parquet barriqueLa superficie di questo tipo di parquet non viene levigata: in questo modo si esaltano le naturali peculiarità del legno. I nodi sono in rilievo, riparati con stucco, con il fine di ottenere una superficie non planare, ma irregolare. Il parquet che si ottiene è unico e inconfondibile.

 

 

 

 

Superfici su Essenza Noce Europeo, Noce Americano, Teak

Poro Aperto

In questa tipologia di lavorazione, i pori vengono lasciati intatti e messi in evidenza. Di solito questo avviene con legni duri; per questo le essenze consigliate sono il Noce Europeo, il Noce Americano e il Teak, che hanno, solitamente, il poro molto visibile già di natura.

Trattamenti parquet

Esistono diverse tipologie di parquet e di conseguenza diversi trattamenti. Questi possono conferire al parquet svariate caratteristiche che ne fanno risaltare l’aspetto naturale, rendendolo adatto per diversi ambienti e stili. Prima della decisione d’acquisto è fondamentale conoscere tutti i diversi trattamenti in modo da poter scegliere il modello che soddisfa meglio le tue esigenze.

 

Parquet naturale 

Trattamento parquet naturaleIl trattamento naturale dona al legno una naturale luminosità, rendendolo così capace di adattarsi ad ogni ambiente e stile. Il parquet con trattamento naturale risulta essere accogliente e caldo.

 

Parquet tinto

Trattamento parquet tintoI parquet tinti non passano mai di moda, sono un classico senza tempo. La caratteristica principale di questo trattamento è la duttilità, possono infatti essere scelti diversi colori. Bianco, grigio, marrone sono i colori principali che permettono al parquet di adattarsi ad ogni stile e spazio. Le tinte, vengono applicate al parquet con l’utilizzo di una macchina a rullo dopo la spazzolatura delle doghe. Per aprire maggiormente i pori, infine, si procede con una leggera spazzolatura favorendo così l’adesione dell’ultima finitura di vernice.

 

Parquet con reagenti 

Trattamento parquet con reagenti

Questo trattamento permette di esaltare al massimo la naturalezza del legno grazie ai procedimenti di reazione che interagiscono direttamente con il tannino del legno. Dopo la spazzolatura vengono applicate alcune mani di tinta reagente utilizzando una macchina a spruzzo, dopo l’asciugatura il parquet sarà pronto per essere posato in ogni tipologia di ambiente

 

Parquet affumicato

Parquet affumicato trattamentoIl trattamento affumicato interagisce direttamente sul tannino del legno. Le tavole si scuriscono in modo naturale esaltando così le caratteristiche intrinseche della materia prima. La diversa quantità del tannino inoltre conferisce diverse sfumature al parquet

 

Parquet Affumicati tinti 

Parquet affumicato tinto
Questo trattamento nasce dall’unione di due trattamenti diversi: la tintura e L’affumicatura. Il risultato che ne esce è un parquet di base affumicata grezza a cui, in un secondo momento, va aggiunta la tinta.  

 


COLLEZIONI ALMA 

Come scegliere un parquet nel 2021: collezione alma

Il calore e la naturalezza di materie prime di ottima qualità, combinate a trattamenti e finiture esclusive, danno vita ad una serie di collezioni dal carattere unico ed inimitabile. Alma offre un’ampia gamma di proposte in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli amanti del parquet e di rispondere a qualsiasi necessità architettonica. Natura e design si fondono nella creazione di modelli sempre in linea con le ultime tendenze del settore della pavimentazione in legno, per definire giorno dopo giorno una nuova estetica, destinata a declinarsi in forme classiche e geometrie innovative.
 

Formati

All’interno di ogni Collezione è possibile scegliere tra un vasto assortimento di modelli dalle caratteristiche e dalle peculiarità differenti. Ciascuna linea gioca su formati diversi e pose alternative, per offrire soluzioni d’arredo attente a qualsiasi richiesta di stile. I formati proposti dall’azienda sono i seguenti:

parquet formato dogheCollezione Doghe: modelli classici e finiture contemporanee si incontrano per esaltare al massimo la bellezza del legno. Una linea versatile, in grado di adattarsi a infinite esigenze abitative.

 

Parquet formato spineCollezione Spine: i classici modelli di Spina Ungherese e Spina Italiana vengono proposti in pose di design per adattarsi a differenti stili architettonici. Antico e moderno si fondono, il pavimento diventa protagonista d’arredo.

Parquet Collezione DesignCollezione Design: arte e manualità sono il segreto della creazione di quadrotte dal carattere unico. Pezzi particolari sono assemblati con maestria e precisione in modelli ispirati alla tradizione artigiana.

 

parquet Collezione GeometriciCollezione Geometrici: la naturalezza del legno si fonde alla regolarità di forme innovative e singolari. La collezione propone una gamma di soluzioni dinamiche e capaci di donare carattere anche agli ambienti più banali.

 

Parquet Collezione DesignCollezione Esterno: una soluzione pensata per portare tutta la classe e l’eleganza del legno anche all’esterno. L’azienda propone un modello resistente alle intemperie e dotato di incredibili qualità.

 

Design di posa

Oltre al formato, anche il tipo di posa influenza il risultato finale. Ad ogni geometria di posa corrisponde, infatti, la creazione di contrasti tra le diverse sfumature delle essenze e definisce design unici. Dalle più classiche alle più originali, l’azienda è in grado di proporre una selezione completa di pose per la creazione di parquet d’effetto. Le geometrie più richieste sono le seguenti:

  • Posa a cassero regolare, per un design dall’effetto armonioso. In questo tipo di posa i listelli vengono accostati parallelamente, alternando congiunzioni di testa allineate e a mezzeria.
  • Posa a correre o a cassero irregolare, proprio perché l’allineamento delle doghe avviene in modo casuale. L’effetto che ne deriva è vivace ed originale.
  • Posa a spina di pesce. A seconda della tipologia della Spina – Ungherese o Italiana – i listelli vengono accostati a 45° nel primo caso o a 90° nel secondo. Con questa posa si creano incredibili giochi di luce e contrasti.
  • Disegno a quadrotte, un mosaico di intarsi regolari assemblati manualmente in quadri dalle dimensioni definite. Il parquet che ne deriva è una vera e propria opera d’arte composta da tutte le quadrotte posate seguendo una specifica fantasia. 
  • Posa fascia e bindello direttamente dal passato, è tornato di tendenza. In voga negli antichi palazzi, la posa si caratterizza da due differenti design: il tappeto centrale, arricchito con geometrie di diverso tipo, si differenzia dal perimetro della stanza – la “fascia” – e si congiunge ad esso tramite elementi “bindello”.

 

MANUTENZIONE

Manutenzione e pulizia parquet

Un pavimento in legno, se curato, conserva la sua bellezza iniziale in eternità. Trattandosi di una materia prima naturale, però, necessita di alcuni semplici trattamenti, sia per quanto riguarda la pulizia ordinaria, sia in ottica della manutenzione nel lungo periodo.

Contrariamente a quanto si possa pensare, le attività di pulizia ordinaria del parquet non implicano conoscenze specifiche in materia. Tuttavia, è bene sapere che detergenti aggressivi, oli, creme o cere possono danneggiare il parquet in modo definitivo. Per sgrassare al meglio la superficie, quindi, la soluzione migliore è quella di diluire una dose di detersivo neutro in semplice acqua calda, sempre seguendo il senso della posa del legno.

Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria del parquet, invece, le attività variano a seconda della tipologia del modello posato. Finiture e trattamenti diversi implicano, infatti, prodotti, modalità e panni differenti, per assicurare la pulizia della superficie nel totale rispetto delle caratteristiche del legno.

Approfondimenti: 5 consigli per trattare il tuo pavimento in legno

Condividi:

Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.

Informativa sulla Privacy:
ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. 196/2003 ed alla Privacy Policy di Almafloor.it si informa che con l’invio del presente modulo si autorizza Giorio srl al trattamento dei dati personali riportati nel modulo stesso con le modalità e nei termini dell’informativa resa.

Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.

Informativa sulla Privacy:
ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. 196/2003 ed alla Privacy Policy di Almafloor.it si informa che con l’invio del presente modulo si autorizza Giorio srl al trattamento dei dati personali riportati nel modulo stesso con le modalità e nei termini dell’informativa resa.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato su tutte le nostre novità!